A partire dal 15 giugno, Sabine Greulich è il nuovo Presidente di Boehringer Ingelheim Italia, multinazionale tra le prime 20 aziende farmaceutiche al mondo, mantenendo anche la carica di Head of Business Unit Human Pharma. Succede a Anna Maria Porrini, alla guida dell’azienda dal 1° gennaio 2014.

Nata a Heidelberg, in Germania, e laureatasi in medicina con una tesi in oncologia presso la storica Università Ruprecht Karl, Sabine Greulich ha iniziato la sua carriera svolgendo attività ospedaliera e ambulatoriale. Anni che definisce fondamentali per la sua crescita e formazione personale.

Sabine Greulich, nuovo Presidente di Boehringer Ingelheim Italia

Dopo un periodo di esercizio della professione, lascia l’attività di medico per entrare nel Sistema Sanitario Nazionale tedesco, occupandosi di contenuti scientifici e temi assicurativi. Grazie a questa esperienza, entra successivamente in Eli Lilly and Company. Presso la sede tedesca della multinazionale ha modo di rapportarsi con diversi settori tra cui il marketing, le vendite e il market access, occupandosi di prodotti e patologie in ambito oncologico, diabete e Sistema Nervoso Centrale (CNS).

Dopo dieci anni, diventa Responsabile Commerciale Europa di un’azienda Biotech, per occuparsi principalmente del lancio di un nuovo anticorpo monoclonale sul mercato Europeo; un’esperienza che le ha permesso di entrare in contatto anche con l’Italia e la sua realtà. Nel 2010 viene chiamata in Boehringer Ingelheim, in Germania, con il delicato compito di guidare la Business Unit Specialty Care, seguendo il lancio di tre farmaci oncologici e per le malattie rare.

Nel maggio 2015 Sabine Greulich arriva a Milano per assumere il ruolo di Head of Business Unit Human Pharma di Boehringer Ingelheim Italia e ora anche la carica di Presidente dell’azienda.

«Ringrazio i vertici dell’azienda per la stima che continuano a dimostrarmi nell’affidarmi ruoli di crescente responsabilità all’interno del Gruppo. È un onore essere chiamata a guidare una prestigiosa realtà in continua evoluzione come Boehringer Ingelheim Italia – ha affermato il neo Presidente, Sabine Greulich -. Ho già potuto apprezzare la professionalità dei colleghi italiani, e sono rimasta colpita dalla motivazione che li contraddistingue. Ora, una nuova sfida per la mia carriera, che porterò avanti con determinazione e passione».

Boehringer Ingelheim – Farmaci innovativi per l’uomo e gli animali: per questo è conosciuta, da oltre 130 anni Boehringer Ingelheim, azienda fortemente guidata dalla ricerca. Boehringer Ingelheim, di proprietà familiare, è tra le 20 aziende leader nel settore a livello mondiale. Ogni giorno, circa 50.000 collaboratori creano valore attraverso l’innovazione nelle tre aree di business: farmaci per uso umano, settore veterinario e nella produzione biofarmaceutica conto terzi. Nel 2016, i ricavi delle vendite del gruppo Boehringer Ingelheim ammontavano a circa 15,9 miliardi di euro. L’azienda ha investito più di tre miliardi di euro, pari al 19,6% dell’intero fatturato, in Ricerca e nello Sviluppo. La responsabilità sociale è un elemento innato per Boehringer Ingelheim. A questo proposito, l’azienda è impegnata nel sociale, con progetti come l’iniziativa “Making More Health”. Inoltre, il gruppo Boehringer Ingelheim promuove attivamente il tema della Diversity in azienda, traendo beneficio dalle esperienze e dalle differenti competenze di ciascun collaboratore. La tutela e la sostenibilità ambientale sono al centro di ogni attività aziendale.

Milano, 15 giugno 2017