Il Centro di Tecnologie per la Salute – CHT (Centre for Health Technologies), recentemente selezionato come Progetto Strategico dell’Università di Pavia è lieto di presentare:

“200 giorni nello spazio con la Missione Futura dell’ASI”
Samantha Cristoforetti – Astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e Capitano dell’Aeronautica Militare Italiana

Sabato 5 marzo 2016 alle ore 10 e 30 presso l’Aula del ‘400 dell’Università di Pavia

PAVIA. Il Centro di Tecnologie per la Salute – CHT (Centre for Health Technologies) dell’Università di Pavia organizza un incontro con Samantha Cristoforetti Astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e Capitano dell’Aeronautica Militare Italiana.

L’appuntamento è in programma sabato 5 marzo alle ore 10 e 30 presso l’Aula del ‘400 dell’Università di Pavia (Piazza Leonardo Da Vinci – Palazzo Centrale).

LocandinaInaugurerà l’evento il Rettore Fabio Rugge con i referenti del progetto strategico “Centre for Health Technologies” (CHT), Riccardo Bellazzi, Carlomaurizio Montecucco e Livia Visai, che ne descriveranno brevemente obiettivi e programmi.

Seguirà una presentazione della Missione Futura da parte di Gabriele Mascetti dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), completata dall’intervento di Fabrizio Carrai, Responsabile USOC di Kayser Italia, sul controllo a terra delle attività dell’astronauta.

La parte centrale dell’evento è dedicata alla presentazione di Samantha Cristoforetti Astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e Capitano dell’Aeronautica Militare Italiana, protagonista di Futura, seconda missione di lunga durata dell’ASI. Si terminerà con la premiazione di Samantha Cristoforetti da parte del Rettore dell’Università di Pavia.

Il Centre for Health Technologies è un centro interdipartimentale dell’Università degli Studi di Pavia, il cui obiettivo è fornire nuove soluzioni tecnologiche per risolvere problemi nel campo della salute, dal laboratorio al letto del paziente, mediante la ricerca interdisciplinare e l’integrazione delle scienze di base con medicina, farmacologia e ingegneria; il Centro si propone inoltre di studiare le problematiche legali ed etiche correlate all’applicazione delle scienze e delle tecnologie all’Uomo e alla società nel suo complesso. Il CHT è un’iniziativa strategica che si propone sul medio termine di costituire un elemento di aggregazione delle eccellenze scientifiche pavesi nell’ambito delle tecnologie per la salute e di contribuire a migliorare il prestigio di Pavia nel panorama nazionale e internazionale.

In questo contesto, il fatto che un gruppo di ricerca del CHT abbia partecipato con il progetto NATO (coordinato da Livia Visai con la collaborazione di Maria Angela Rizzo dell’Università di Milano, di Giuseppina Rea del CNR di Roma e di Marco Vukich di Kayser Italia) alla Missione Futura è la dimostrazione dell’importanza della ricerca che si svolge presso l’Università di Pavia.

La ricerca scientifica nello spazio è una sfida estremamente stimolante e complessa per le difficoltà che deve affrontare ma, proprio per questo, rappresenta una grande opportunità e i risultati che si possono ottenere in questo ambito avranno un notevole impatto sulla scienza e sulla società.

L’Università di Pavia e CHT ringraziano Banca Generali, 3VChimica e Carlo Erba Reagents, per il prezioso supporto all’organizzazione.

L’incontro è a ingresso libero, ma i posti nell’Aula del ‘400 sono limitati, è necessaria quindi la registrazione on line

L’evento sarà trasmesso anche in collegamento video nell’Aula Disegno (di fronte all’Aula del ‘400).