FarmacistaPiù 2018: appuntamento a ottobre. Questa mattina la presentazione a Roma. Il 12 e 13 ottobre l’attenzione sarà puntata sulla governance farmaceutica al fine di garantire l’universalità del Sistema Sanitario

Le nuove regole della spesa farmaceutica pubblica in relazione alla domanda di salute, la sostenibilità dell’innovazione, l’evoluzione del mercato e del ruolo del farmacista, saranno al centro, il 12 e 13 ottobre all’Auditorium Parco della Musica di Roma, della quinta edizione di “FarmacistaPiù – Il paziente, il farmacista la Farmacia: la nuova alleanza interprofessionale per l’efficienza del Sistema Sanitario Nazionale”, il congresso dei farmacisti, organizzato da FOFI, Utifar e Fondazione Cannavò con la partecipazione di Federfarma, che ogni anno richiama migliaia di partecipanti da tutta Italia. La presentazione dell’evento oggi a Roma, alla Residenza di Ripetta, alla presenza del Senatore Andrea Mandelli, presidente FOFI, di Marco Cossolo, presidente Federfarma, di Eugenio Leopardi, presidente Utifar, di Enrica Bianchi, Presidente Fondazione Cannavò e del Presidente del Comitato Scientifico di FarmacistaPiù, Luigi D’Ambrosio Lettieri.

La macchina organizzativa è già al lavoro per radunare, durante l’evento, le eccellenze del mondo farmaceutico e della Sanità e per garantire un alto standard di qualità degli incontri. Obiettivo del congresso sarà porre l’accento su tematiche d’interesse per il mondo farmaceutico – a partire dalla gestione della governance – e mettere in evidenza la necessità di passare da una visione della spesa sanitaria ‘a silos’ a una visione più olistica. Temi cardine saranno inoltre la semplificazione e l’integrazione, per arrivare a garantire l’universalità del Sistema Sanitario.

 

“Sono molti gli spunti di confronto che scaturiscono, in primis, dall’approvazione e dall’entrata in vigore del ddl Concorrenza – ha sottolineato Luigi D’Ambrosio Lettieri, Presidente del Comitato Scientifico di FarmacistaPiù e Vicepresidente di FOFI (Federazione Ordini dei farmacisti Italiani) –. Le condizioni socio-culturali e economiche in cui il farmacista svolge la sua attività professionale sono cambiate radicalmente. È necessario affrontare il cambiamento puntando sull’aggregazione organizzativa e funzionale della rete delle farmacie, sull’innovazione e sulle prestazioni professionali rivolte a beneficio della salute pubblica. Presa in carico del paziente cronico e aderenza alle terapie sono due capitoli della sfida contenuta nelle politiche di Pharmaceutical care che dobbiamo saper declinare operativamente, secondo linee guida validate e omogenee sul territorio nazionale. per la creazione di un nuovo modello virtuoso che integri sfera sociale e sanitaria e riconosca al farmacista un ruolo strategico nel l’assistenza sanitaria territoriale e la remunerazione della prestazione professionale.”

FarmacistaPiù rappresenta un momento professionalizzante e un’occasione di confronto che ha sempre come protagonista il mondo della farmacia e dei farmacisti. La Pharmaceutical care, insieme all’aderenza delle terapie e all’antibioticoresistenza, il piano nazionale cronicità, il codice deontologico, previdenza e assistenza, saranno al centro dei convegni che si svilupperanno durante la due giorni di evento. L’analisi della situazione attuale, tra innovazione e sostenibilità, sarà inoltre affiancata da proposte condivise per il futuro del farmaceutico.

“Il progetto della Federazione degli Ordini di un congresso nazionale che fosse la casa di tutti farmacisti giunge oggi alla quinta edizione, un traguardo che testimonia la validità di una formula centrata sull’analisi dei temi centrali della nostra professione, ma soprattutto del contributo che i farmacisti italiani possono dare alla salvaguardia del sistema salute nella sua interezza”, ha commentato il presidente della FOFI, Onorevole Andrea Mandelli. “Ancora una volta il lavoro di squadra premia – ha infine aggiunto Marco Cossolo, Presidente di Federfarma –. Stiamo conseguendo importanti risultati con un lavoro armonico tra le rappresentanze del mondo della farmacia: FarmacistaPiù sarà per Federfarma un’occasione centrale per sviluppare la collaborazione con FOFI e UTIFAR per l’evoluzione della professione e per proseguire il confronto su temi cruciali per il futuro della farmacia, per consolidare le sinergie con tutti gli attori del sistema salute e per approfondire con loro temi fondamentali per la governance farmaceutica”.

Roma, 8 Maggio 2018