Parole di fiducia e di impegno concreto a portare a compimento i lavori quelle espresse oggi dalla Regione Piemonte, a partire dal Presidente Chiamparino, all’Assessore alla Sanità Antonio Saitta e a quello ai Trasporti Francesco Balocco in visita al cantiere dell’ospedale a Verduno grazie alla Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus che ha organizzato l’evento.

Da parte di tutti i presenti è stato constatato quanto lo stato dell’arte della struttura ad oggi già riveli che si tratti di un polo di eccellenza all’interno del panorama della sanità del territorio piemontese, come confermato dal Presidente della stessa Fondazione Emilio Barbero: “l’obiettivo del nostro contributo è quello di raggiungere e mantenere gli standard più elevati in termini di cure sanitarie”.

Istituzioni in visita al cantiere

Luciano Scalise, Direttore della Onlus, prosegue sottolineando che “quello della Fondazione rappresenta un esempio unico di fondo privato che sia arrivato a finanziare un patrimonio pubblico con oltre 13 milioni di euro raccolti grazie alla vicinanza espressa dalla comunità nei confronti di questo ambizioso progetto in cui tanti hanno creduto da subito grazie alle numerose donazioni pervenute, anche perché, prosegue, questo nuovo ospedale sostituirà i due attuali operativi di Alba e Bra che risalgono al 1700”.

Alla richiesta avanzata dal Sindaco di Bra e Presidente della rappresentanza dei Sindaci della Azienda Sanitaria Cn2 Bruna Sibille di ricevere un segnale chiaro in termini di scadenze temporali per la conclusione dei lavori Antonio Saitta ha confermato tutto l’interesse a portare l’opera a conclusione non appena saranno sbloccate le risorse e una volta che la Regione sarà uscita dal commissariamento, cosa che spera avverrà entro fine anno. Sergio Chiamparino ha poi confidato che l’importanza strategica di questo territorio non possa prescindere dai finanziamenti pubblici e che quindi verrà effettuato ogni sforzo per completare l’ospedale in tempi ragionevoli, quindi tra fine 2016 e inizio 2017.

La Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus nel frattempo proseguirà con il proprio impegno a vigilare che tutte le operazioni vengano svolte al meglio attraverso la sua azione mirata a tenere unita e coesa tutta la comunità di Alba-Bra-Langhe-Roero, confermandosi una risorsa preziosa per il territorio anche grazie all’attività di finanziamento destinata all’acquisto di attrezzature all’avanguardia, complementi di arredo e tecnologici innovativi e a progetti di formazione sanitaria, che rappresentano la “quinta stella” di un polo sanitario di eccellenza destinato a diventare un punto di riferimento nel panorama ospedaliero piemontese.

Verduno, 25 settembre 2015