La multinazionale farmaceutica Glaxo Smith Klein sceglie l’Università di Siena per valutare idee e progetti di ricerca sullo sviluppo di farmaci innovativi

Glaxo Smith Klein

Duncan Holmes, responsabile internazionale del programma di Glaxo “Discovery Partnerships with Academia” sarà in Ateneo mercoledì 25 febbraio, presso la sede universitaria di via Mattioli, per assistere alla presentazione di 11 progetti di ricerca sullo sviluppo di nuovi farmaci, molti dei quali antitumorali, alcuni che riguardano altre patologie gravi come la sclerosi multipla e la sindrome di Rett, o incentrati su batteri resistenti agli antibiotici.

L’incontro sarà introdotto dal Rettore dell’Università di Siena Angelo Riccaboni. Saranno presenti anche Doris Fendt, Italia centro nord & Tecnology Transfer Manager di Glaxo, e Stephane Huet, direttore delle relazioni scientifiche esterne del programma “Discovery Partnerships with Academia”.

L’iniziativa è il primo passo di una collaborazione che si svilupperà a lungo termine tra l’Università di Siena e il programma della Glaxo, che ha lo scopo di selezionare alcune idee proposte dai ricercatori per realizzare una collaborazione scientifica che metta in comune competenze, strutture e risorse per lo sviluppo di farmaci innovativi.