La depressione viene da molti definita la malattia del Terzo Millennio, tenendo conto del numero sempre maggiore di persone che vengono colpite da questa patologia psichica: secondo la rivista medica Scientific American, la depressione è uno stato vissuto da 121 milioni di persone nel mondo, delle quali il 60% vivono in quella parte del globo che può definirsi più ricca e sviluppata.

La depressione è una malattia che può colpire chiunque e può essere generata da una qualsiasi esperienza di vita che arriva a creare nell’individuo sentimenti di tristezza, perdita di interesse o di piacere, senso di colpa o di bassa autostima, disturbi del sonno o dell’appetito e scarsa capacità di concentrazione.

4man consultingAlla depressione, dunque, può essere soggetto chiunque, ma, allo stesso tempo, da essa possono guarire tutti, il segreto sta nel modo con il quale affrontiamo le avversità della vita e, soprattutto, come decidiamo di reagire. Esistono delle piccole abitudini che quotidianamente influiscono, in maniera del tutto inconscia, sul nostro stato d’animo, le quali, se non combattute, possono portarci alla depressione. E’ bene, per questo motivo, conoscerle e porvi rimedio nel più breve tempo possibile.

La depressione è strettamente collegata al sistema nervoso, il quale è alimentato dal cibo che ingeriamo ogni giorno. E’ fondamentale, dunque, essere in equilibrio con se stessi, identificando tutti quegli alimenti che possono contribuire all’insorgere di uno stato di depressione o che, al contrario, possono aiutarci a combatterla. I cibi dei quali necessità il nostro corpo, per un benessere psico-fisico, sono le verdure a foglie verde e la frutta, così come il cacao, le uova e i latticini, tutti alimenti che contengono magnesio, acido folico, vitamina B12 e triptofano, elementi nutritivi che sono dei toccasana per la nostra salute, mentre, da evitare, sono la carne (in grandi quantità), l’alcol, i grassi saturi e le bibite gasate, che sottraggono vitamine e minerali all’organismo, causando dipendenza ed alterandone il normale equilibrio.

La medicina più forte contro la depressione è l’endorfina, l’ormone della felicità; il metodo migliore per generarla è fare esercizio fisico, attività che aiuterà non solo la forma fisica, ma anche il benessere mentale, così come la capacità di guardare in alto e non fissare lo sguardo, per scoprire il mondo che ci circonda ed evitare di tenere la testa china e rivolta verso il basso, un atteggiamento che è collegato a sentimenti negativi.

La depressione è spesso generata da conflitti interiori irrisolti, quando cioè ci troviamo di fronte a dei problemi che vengono deliberatamente ignorati, sperando che col tempo scompaiano da soli; non sarà mai così, per questo è importante confrontarsi sempre con se stessi, chiedendo cosa ci genera rabbia e tristezza; magari si può fare all’aria aperta, a contatto con la natura, circondati dal verde, un colore naturalmente tranquillizzante, immergendoci nella luce e nel calore del sole.

La depressione si combatte anche con la giusta respirazione, che permette di superare uno stato di stress e di ossigenare a dovere le cellule del nostro corpo, un’azione tanto banale quanto importante, come quella di non isolarsi dal mondo esterno, ma ritrovare il giusto contatto con le altre persone, magari attraverso un bel massaggio, che rigeneri corpo e spirito.

La depressione può diventare, nei casi più gravi, un blocco psicologico invalidante. Per evitare che la tua vita venga condizionata da uno stato d’animo negativo, così come da sentimenti quali l’ansia o la paura, impara a gestire te stesso frequentando il corso PNL Practitioner, il primo vero corso di PNL a Napoli, tenuto dal dott. Roberto Castaldo, Master Trainer in PNL e fondatore della 4 M.A.N Consulting.

Raggiungi l’eccellenza umana utilizzando il tuo talento, visita il sito e richiedi informazioni sui prossimi eventi PNL a Napoli.