Venerdì 20 gennaio, ore 12.00, Arnas Garibaldi Nesima – Catania
Progetto realizzato da Rinascendo Onlus, grazie al contributo di Smei e Anac

CATANIA – L’area giochi del Day Hospital dell’Unità Operativa Complessa di Chirurgia Pediatrica dell’Arnas Garibaldi Nesima dal prossimo 20 gennaio non sarà più la stessa: l’associazione socio-sanitaria di volontariato “Rinascendo Onlus” consegnerà in dono all’Unità Operativa Complessa diretta da Sebastiano Cacciaguerra, un’importante e significativa attrezzatura ludica, «per rendere bello e speciale agli occhi dei piccoli pazienti e delle loro famiglie lo spazio in cui trascorrono il tempo durante il ricovero ospedaliero, che è sempre una parentesi difficile e delicata», hanno affermato i volontari coordinati dalla fondatrice e presidente della Onlus Angela Leonardi.

Ospedale GaribaldiUn televisore, un armadio, quindici tablet, dieci aste portaflebo, numerosi giocattoli e giochi di società, tanti palloncini, e molto altro: è il regalo che Rinascendo ha realizzato grazie al contributo della Smei (Società Missionaria Evangelica Italiana). I fondi sono stati raccolti infatti in occasione di un concerto gospel di beneficenza che la Società ha organizzato insieme con l’Anac (Associazione Nazionale Artisti Cristiani) durante il periodo natalizio.

La consegna del materiale ludico avverrà ufficialmente venerdì 20 gennaio, alle 12.00, proprio al Day Hospital dell’Unità Operativa della Chirurgia Pediatrica del Nuovo Garibaldi, alla presenza del direttore generale del presidio ospedaliero Giorgio Giulio Santonocito, del direttore del Dipartimento Materno-Infantile Giuseppe Ettore, del direttore della UOC Sebastiano Cacciaguerra, e dei volontari di Rinascendo che si sono impegnati nel progetto, ma soprattutto dei bambini, veri protagonisti di questo felice gesto di solidarietà.

Saranno presenti inoltre i direttori delle Unità Operative afferenti al Dipartimento Materno-Infantile: Angela Motta (Neonatologia con UTIN), Antonino Palermo (Pediatria), Sebastiana Giuffrida (Pronto Soccorso Pediatrico), Innocenzo Bianca (Cardiologia Pediatrica) e Giuseppe Ferlazzo (Terapia Intensiva Pediatrica).