Fondazione Just Italia sostiene il Progetto della Onlus “Il Ponte del Sorriso” di Varese e il network di medici e ricercatori italiani coordinato da “Ospedali di Circolo e del Ponte”  di Varese

E’ stato presentato a Varese, presso l’Ospedale di Circolo, il Progetto di Ricerca sui “bambini autistici” messo a punto dalla Onlus “Il Ponte del Sorriso” di Varese e sostenuto da Fondazione Just Italia, con un finanziamento straordinario di ben 420mila Euro – Il Progetto si chiama “FACCIAMOCI RICONOSCERE!e si avvarrà della collaborazione scientifica di un network di Ospedali italiani, coordinati dal Team clinico degli Ospedali di Circolo e Del Ponte di Varese.

L’obiettivo della ricerca è quello di studiare le diverse manifestazioni dell’autismo e le cause genetiche che le determinano, individuare gruppi simili per comportamento e problemi, analizzare bambini e familiari, trovare in questi gruppi caratteristiche comuni sotto il profilo biologico e genetico. Chiarire similarità e differenze potrà contribuire, infatti, a mettere a punto terapie personalizzate e più efficaci. Tutte le informazioni cliniche e strumentali verranno inserite in un database condiviso per monitorare lo stato di avanzamento della ricerca: gli Ospedali coinvolti sono dotati di apparecchiature all’avanguardia che permetteranno di raccogliere i dati e metterli a disposizione dei ricercatori di tutto il mondo.

I numeri danno la dimensione del problema: ogni anno, in Italia, vengono diagnosticati dai 5000 agli 8000 casi di autismo, il che significa, più o meno, un bambino ogni cento. Bambini silenziosi, incapaci di comunicare e interagire, chiusi in un “mondo a parte” dove i colori, i suoni, la natura, i genitori, gli altri bambini, le emozioni, le relazioni, sembrano non trovare posto . Ma le risposte, a volte sorprendenti, possono arrivare proprio dalla Ricerca scientifica.

Per questo è di particolare rilievo l’iniziativa di Fondazione Just Italia che sosterrà il progetto – triennale – con un finanziamento di ben 420.000Euro. Creata nel 2008 dall’omonima azienda di Grezzana (VR), che distribuisce in Italia i cosmetici naturali svizzeri Just esclusivamente tramite “Party a domicilio”, la Fondazione sostiene, ogni anno, un progetto nazionale di ricerca medico-scientifica destinato all’infanzia, e iniziative nel territorio veronese. Questo ha consentito di finanziare, in 9 anni, progetti scientifici e iniziative solidali per un importo di oltre 3,1 Milioni di Euro.

Ogni anno, nel periodo ottobre-novembre, la Fondazione emette un bando nazionale riservato alle Associazioni non-profit che candidano centinaia di Progetti. Questi vengono sottoposti alla validazione di  AIRIcerca (Associazione dei Ricercatori Italiani nel mondo) per arrivare, attraverso il Comitato di Gestione della Fondazione, alla selezione di tre progetti; i finalisti vengono, infine, sottoposti alla votazione degli incaricati alle vendite di Just Italia (ben 24.000 in tutta Italia) che decretano il “vincitore”. Attraverso la vendita speciale di un “miniset benefico“ viene quindi promossa la relativa iniziativa di Cause Related Marketing ricordando però che – a prescindere dai risultati di vendita di quest’ultima – Fondazione Just Italia si impegna, sempre e comunque, a versare alla Onlus prescelta  l’intero importo.

Per il 2017, il Progetto vincitore è stato la ricerca sull’autismo, presentato dalla Onlus “Il Ponte del Sorriso” di Varese e coordinato da alcuni fra i massimi esperti italiani di genetica e neuropsichiatria infantile. Fra questi, il Dr. Rosario Casalone, Medico Genetista, Direttore SSD SMeL, specializzato in Citogenetica e Genetica Medica dell’ASST. Settelaghi di Varese e Responsabile dell’Ambulatorio di Genetica Medica; il Dr. Giorgio Rossi, Direttore della Struttura Complessa di Neuropsichiatria Infanzia e Adolescenza dell’ASST di Varese, e il  Dr. Matteo Ferri, Neuropsichiatra Infantile e Dirigente Medico presso la Struttura Complessa di Neuropsichiatria Infanzia e Adolescenza dell’ASST Sette Laghi di Varese.

www.fondazionejustitalia.org  ;  www.ilpontedelsorriso.com

 Varese, 28 aprile 2017