Nell’ambito della “European Platform for Rehabilitation – EPR” verrà messo a confronto il modello riabilitativo e di ricerca della Fondazione con le migliori esperienze europee

La Fondazione Don Gnocchi mette a confronto il proprio modello riabilitativo e di ricerca con le migliori esperienze europee. E lo farà nel corso di una “due giorni” in programma al Centro IRCCS “S. Maria Nascente” di Milano (via Capecelatro, 66) il 17 e 18 novembre, nell’ambito di un appuntamento organizzato con la rete europea EPR.

La Fondazione Don Gnocchi aderisce infatti dal 2016, come membro associato, alla “European Platform for Rehabilitation – EPR”, una rete europea di centri di eccellenza, con sede a Bruxelles, nel campo della disabilità e della riabilitazione. Le organizzazioni partecipanti si caratterizzano infatti per l’elevato standard di qualità dei servizi che offrono nel campo della cura, della riabilitazione medica, dell’assistenza e dell’inserimento sociale.

Fndazione Don GnocchiL’EPR è principalmente un “network of practice”, basato sullo scambio reciproco di competenze, esperienze e modelli operativi ai fini di migliorare la qualità dei servizi offerti all’utenza, favorire lo sviluppo delle proprie risorse umane, capire e anticipare i trend indotti dai cambiamenti sociali ed economici per meglio adeguare la propria offerta, migliorare la sostenibilità.

Il 17 e 18 novembre gli esperti di EPR saranno a Milano per una visita di studio alle strutture della Fondazione Don Gnocchi, con una serie di appuntamenti al Centro IRCCS “S. Maria Nascente” e all’Istituto “Palazzolo-Don Gnocchi”. Giovedì 17 verrà presentata la realtà della Fondazione Don Gnocchi in campo riabilitativo e della ricerca e il giorno successivo un seminario internazionale metterà a confronto esperienze e modelli europei nel campo della riabilitazione:

«Durante la due giorni dell’EPR – spiega l’ingegner Renzo Andrich, del Centro per l’Innovazione e il Trasferimento Tecnologico, IRCCS Fondazione Don Gnocchi – la Fondazione avrà l’opportunità di mettere in luce le proprie eccellenze e potremo metterle a confronto con l’esperienza di tre Centri di riabilitazione di grande spessore di altrettanti Stati dell’Unione Europea (Olanda, Francia, Slovenia), che presenteranno in sintesi la loro struttura e organizzazione, le loro attività, i modelli di presa in carico dell’utenza e i punti di eccellenza. Il seminario, in lingua inglese, sarà introdotto da una presentazione degli obiettivi e del programma di lavoro dell’European Platform for Rehabilitation. Crediamo che per la Fondazione Don Gnocchi sia una preziosissima occasione di confronto con colleghi impegnati sul nostro stesso fronte, in altri contesti sociali, culturali e legislativi».

Lo scopo principale dell’EPR è di supportare i partner nella formazione avanzata dei propri operatori, nello sviluppo e scambio di buone pratiche, nelle visite di studio, nel miglioramento della qualità e della competitività. EPR svolge inoltre il ruolo di interfaccia con la Commissione Europea, facilitando l’accesso a finanziamenti e contribuendo attivamente allo sviluppo delle politiche sociali europee, grazie al suo status di membro del Gruppo di Alto Livello sulla disabilità dell’Unione Europea e di membro consultivo presso il Consiglio d’Europa.